Meteo Focus - Home Page
HOME    mercoledì 22 novembre 2017
      OSSERVAZIONI     PREVISIONI     CLIMATOLOGIA     CHI SIAMO      CONTATTI     LINKS  
Immagini Meteosat
Dati stazioni meteo e webcams
Immagini Radar
Rilevamento fulmini
Mappe meteo
Indice UV
Disagio termico

L’indice UV

L’indice UV misura il livello della radiazione ultravioletta che raggiunge la superficie terrestre.

L’importanza dell’indice UV deriva dal fatto che al crescere del suo valore aumenta la probabilità che si possano verificare, per tempi di esposizione prolungati, danni sia alla pelle che agli occhi.

Questo indice è stato sviluppato nell’ambito di una collaborazione tra l’organizzazione Mondiale della Sanità, il Programma per l’Ambiente delle nazioni Unite (UNEP), l’organizzazione Meteorologica Mondiale, la Commissione Internazionale per la Protezione dalle Radiazioni Non-Ionizzanti (ICNIRP) e l’Ufficio Federale Tedesco per la Protezione dalle Radiazioni.





Che cos’ è la radiazione ultravioletta?

La radiazione ultravioletta è una banda dello spettro elettromagnetico compresa tra la radiazione visibile e la radiazione X; a seconda della lunghezza d’onda, può essere suddivisa in ulteriori tre bande:

UVA (315-400 nm)
UVB (280-315 nm)
UVC (100-280 nm)

Tutta la radiazione ultravioletta UVC e circa il 90% della radiazione ultravioletta UVB sono assorbite dall’ozono, dal vapore acqueo, dall’ossigeno e dall’anidride carbonica presenti in atmosfera.
La radiazione ultravioletta UVA e la restante parte della UVB raggiungono invece la superficie terrestre: solo una piccola parte di questa radiazione è benefica ed essenziale per la produzione della vitamina D.

La radiazione ultravioletta UVA è la meno dannosa ma può causare eritemi o ustioni per dosi elevate; la radiazione ultravioletta UVB è invece la più pericolosa poichè può creare irritazioni, essiccamento, cataratta agli occhi ed invecchiamento prematuro della pelle o melanomi, nei casi più gravi.

Da sottolineare che mentre il rischio di danno agli occhi dipende dal livello di esposizione, il rischio di danno alla pelle dipende essenzialmente dal fototipo.


Che cos’è il fototipo?

Si tratta di un valore che indica le reazioni della pelle all'esposizione alla radiazione ultravioletta ed il tipo di abbronzatura che è possibile ottenere tramite essa.
Il fototipo è determinato dalla quantità di melanina presente nella pelle; a seconda delle caratteristiche dell'individuo e della reazione all'esposizione ai raggi ultravioletti, possono essere distinti quattro tipi di fototipo; i fototipi con valori più bassi (I, II, III) dovranno utilizzare fattori di protezione più elevati.